leggestab2016

LEGGE DI STABILITA’ 2016 – Super ammortamento sui beni strumentali

Il super-ammortamento o maxi-ammortamento permette alle aziende che investono in beni strumentali la possibilità di ammortizzare fiscalmente il bene al 140 per cento in luogo del 100 per cento.

 

Soggetti beneficiari

Il super-ammortamento o maxi-ammortamento al 140 per cento può essere applicato da «tutte le aziende che investono in beni strumentali strettamente inerenti al core business aziendale».

Sono compresi in questa definizione tutti i titolari di:

  • reddito d’impresa;
  • reddito da lavoro autonomo incluso il regime dei minimi (tranne i contribuenti in regime forfettario).

I beni oggetto del super ammortamento sono soltanto quelli il cui coefficiente di ammortamento civilistico è pari o superiore al 6,5%.

 

Come funzione e come si applica

Il meccanismo di applicazione del super ammortamento o maxi ammortamento al 140 per cento prevede che l’azienda possa dedurre una quota fiscale di ammortamento maggiore rispetto a quanto oggi prevede il decreto ministeriale di riferimento. Nell’applicazione operativa, l’ammortamento al 140 per cento consente di ammortizzare il cespite acquistato secondo le aliquote ordinarie, mentre dal punto di vista fiscale viene effettuata una «variazione in diminuzione della base imponibile» su cui poi verranno calcolate le imposte.

Per esempio, se l’azienda ALPHA acquista un cespite per un costo (netto IVA) pari a 1000,00 euro e il relativo coefficiente di ammortamento è pari al 10% per 10 anni, con il super-ammortamento questa azienda avrebbe diritto a dedurre fiscalmente il 14% (in luogo del 10).

 

Periodo temporale di riferimento

Il super ammortamento o maxi ammortamento introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 si applica per tutti i beni strumentali acquistati tra il 15 ottobre 2015 ed il 31 dicembre 2016. Di conseguenza, in attesa di ulteriori chiarimenti operativi da parte dell’Agenzia delle Entrate, il super ammortamento al 140 per cento non potrà essere utilizzato ai fini degli acconti delle imposte dovuti per il 2015 ed il 2016.